Allenattore

IL CORSO: allenattore non è tanto da intendersi come un “corso” bensì più come un vero e proprio progetto formativo e creativo a cui voler prendere parte, ovvero un “luogo” di attività in fieri che vive di propositività e disponibilità continua da parte di ognuno, per contribuire con “sincerità”, alla crescita ed alla sperimentazione teatrale, partendo dalle caratteristiche specifiche di ogni singolo praticante. Un “luogo” che cambia forma contenuti e modalità di approccio al lavoro, in base al tipo di persone che lo abitano, in cui ci si incontra veramente soltanto se si percepisce profondamente il senso del “donarsi all’atto creativo” oltre che al gruppo con cui si condivide quell’atto. Questo senso del dono è l’indispensabile chiave di accesso a questo tipo di lavoro che, partendo da elementi di tecnica di base, fondamento dell’espressione fisico – spirituale dell’attore, approda all’azione teatrale attraverso un vero e proprio processo di “rivoluzione” personale e collettiva. Il training è lo strumento di tale processo che conduce a metamorfosi ed unione, l’azione organica è la sua diretta conseguenza, questi due momenti vivono in continua segreta osmosi e l’effetto è il raggiungimento di originale vivezza del corpo, della parola, dello sguardo, dell’intenzione, del gesto, dell’essere e di tutto ciò che significa “essere attore”. Si attiva e si percepisce così un continuo flusso energetico che muove e crea l’azione, in uno stato di continuo stupore, generando autentica bellezza e, ci auguriamo…poesia!

Contenuti in linee generali:
• Training di base
• Training organico
• Training tematico
• Training applicato

INSEGNANTE: Paola Tortora.
“Un tempo si parlava di ‘teatro di ricerca’, oggi sembra si siano invertiti i termini, in quanto la desolazione culturale che in questo paese inonda ormai ogni interstizio della nostra quotidianità, contaminando ogni ambito della pura creazione, sembra ci abbia reso fragili e stanchi nel pensiero e nell’anima. Ma non è così, anzi! A maggior ragione, costantemente intenta ad una sana ‘Ri-cerca di Teatro’, con rinnovata energia ed autentico stupore, ambisco e mi dedico, “invisibilmente”, alla possibilità di sperimentare nuove “cu(ltu)re”…. Perché quando si cerca veramente, persino chiudendo gli occhi, la poesia si rivela istintivamente ed ecco che la bellezza e l’in-canto appaiono all’orizzonte, ben visibili, concreti e pronti….. per donarsi ad un ascolto limpido ed ATTENTO!”

All rights reserved.
Atelier Teatro Fisico © Sviluppato in collaborazione con IOD'A.

Log in or Sign Up