Arte di Strada

IL CORSO: L’arte di strada è l’attività artistica che permette di portare in strada, tra piazze, vie o eventi all’aperto, le proprie capacità artistiche e performative.
Dalla giocoleria alla musica dal vivo, dal teatro fisico al teatro di figura, dalle arti circensi al teatro di prosa, tutto può divenire arte di strada se applicato nel modo giusto alle sue regole implicite ed esplicite. 

L’arte di strada è una delle arti più antiche e democratiche che esistano, permette di incontrare un pubblico senza necessità di alcun supporto o permesso, ma proprio per questa ragione il compito dell’artista di strada è di essere informato e consapevole delle leggi del territorio sul quale opera e delle potenzialità massime della propria performance, da sviluppare per rendere il proprio lavoro artistico il più remunerativo ed efficace possibile.
Per questo il Corso di Arte di Strada si propone di affrontare da un punto di vista teorico e pratico le varie caratteristiche e potenzialità dell’arte di strada: dall’arte itinerante, a quella di passaggio, fino a giungere agli spettacoli da cerchio.

Si affronteranno argomenti quali le modalità di “chiamata” del pubblico per formare un cerchio, la gestione delle tempistiche e del climax dello spettacolo, formula del cappello, permessi e restrizioni dei vari comuni. 
Inoltre si studieranno le potenzialità professionali di questa arte, che diviene in seguito remunerata anche da enti esterni quali proloco, festival e comuni: quindi studio della creazione del proprio materiale informativo, amministrativo, promozionale e molto altro ancora.

Nel corso dell’anno gli allievi lavoreranno sulla propria presenza scenica, gestione degli spazi in strada, allestimento del proprio materiale di lavoro in totale autonomia; si svilupperanno insieme, in base all’arte sulla quale gli allievi vorranno concentrarsi, numeri e spettacoli adatti alla propria ricerca. 

Gli allievi dovranno presentarsi a lezione con i propri strumenti di lavoro: attrezzi di giocoleria, strumenti musicali, testi teatrali ecc. 

Attraverso improvvisazioni e lavori di gruppo o nello spazio, nel corso dell’anno si andranno a selezionare i numeri da portare in strada. 
Nella seconda parte dell’anno si avrà modo di sperimentare direttamente in strada le varie performance, con un supporto tecnico e registico dell’insegnante.
Inoltre il corso prevede che durante l’anno vi siano incontri con artisti di strada professionisti che prenderanno parte alle lezioni condividendo la loro esperienza e fornendo spunti di riflessione e studio in base alle varie discipline possibili. 

INSEGNANTE: Valentina Sparvieri, in arte La Poetessa di Fuoco, conosciuta prima con il progetto Per caso uMani, nasce nella provincia di Torino nel 1989.
Frequenta l’università degli studi di Lettere e Filosofia a Torino che termina nel 2014.
Lo studio dell’arte del fuoco e della giocoleria inizia nel 2012 da autodidatta e come membro di gruppi di rievocazioni storiche, per intensificarsi già dal 2013 con performance di animazione infuocata in Italia e all’estero.
Nel 2014, fonda i Per caso uMani, un contenitore di arti ed artisti, che si sviluppa attraverso spettacoli di arte di strada e corsi di formazione con l’obiettivo di valorizzare l’importanza delle mani per liberare l’estro umano che ogni individuo possiede.
Nello stesso anno inizia a frequentare Convention di giocoleria ed arte circense e a condividere con grandissimi artisti.
Nel 2014/2015 frequenta il corso intensivo presso la Scuola di Cirko Vertigo di Grugliasco; intensificando lo studio dell’acrobatica, specializzandosi in acrobatica aerea, di coppia ed equilibrismo su corda molle.
Presto le appare evidente la necessità di associare lo studio di danza, teatro e circo allo spirito e all’ascolto profondo del sè, ispirata e sospinta da grandi maestri nell’ambito pirico e teatrale quali Alexander Shezan, Carlo Terzo e più recentemente Yoshiko Usami Yocco in ambito di teatro danza Butoh.
Ma anche partecipando a gruppi di meditazione, acroyoga e yoga, sviluppando una particolare attenzione all’importanza del movimento dolce ed equilibrato.
Nel 2014 inizia a lavorare all’interno di uno dei più grandi teatri di opera di Torino: il Teatro Regio, nel quale entra a contatto con grandissimi registi internazionali quali Walter Sutcliffe nell’opera “Otello” nella quale porta sul palco il fuoco; in “Pagliacci” come acrobata- giocoliera con la regia di Gabriele Lavia; mimo attrice ne “L’incoronazione di Dario” regia di Leo Muscato, figurazioni in “Katia Kabanova” di Robert Carsen e molte altre.
Nel 2016 scrive il primo spettacolo da solista con le fiamme dal titolo “Mille e una fiamma” ispirato al romanzo “Mille e una notte”, seguito dallo studio di tecniche di teatro pirico con Carlo Terzo, portato in Italia ed in Svizzera nella stagione estiva 2017-2018.
Nel 2017 dalla collaborazione con Francesco Fiore, membro della compagnia Circofamiglia Group, nasce un nuovo progetto dal nome “Frank&Tina Gipsy Circus” andando ad unire circo classico e contemporaneo in spettacoli di strada e corsi di formazione. Un progetto che attraversa l’Italia per un’intera stagione andando ad intensificare lo studio del clown in strada.
Nel 2017 inizia un nuovo percorso come artista singola che unisce la performance di fuoco e circo alla Poesia di sua produzione. 
Un progetto che rivoluzionerà per sempre la sua carriera di artista, infatti lo spettacolo “Poesie di fuoco gitane” girerà dal 2017 ad oggi decine di Busker Festival diventato cavallo di battaglia dell’artista.
Attualmente con il personaggio de La Poetessa di Fuoco utilizza fiamme, parole, arti teatrali e circensi per narrare storie e coinvolgere il pubblico ovunque le sia possibile, portando in scena nelle piazze e su palcoscenico uno spettacolo di teatro di strada e manipolazione unico nel suo genere. Associando allo spettacolo una forma di coinvolgimento dell’intero pubblico attraverso un rituale di scrittura collettiva, distribuendo nelle piazze poesie in forma cartacea e recitativa. 

VIDEO in strada: Spettacolo: “Poesie di fuoco gitane”

VIDEO su palcoscenico: https://www.instagram.com/tv/CQxw7ZbCKzk/?utm_source=ig_web_copy_link

Nel 2018 inizia l’insegnamento di acroyoga e danza flow con Poi presso l’Atelier di Teatro fisico Philip Radice a Torino.

Nel 2020 viene selezionata per rappresentare l’arte di strada italiana all’interno di una serie documentario di Rai Play. (Le riprese vengono effettuate presso l’A.T.F Philip Radice di Torino).

Gli artisti intervistati all’interno della puntata saranno ospiti durante l’anno scolastico per condividere le loro esperienze con gli allievi del corso di arte di strada.

Per chi volesse curiosare, ecco il link della puntata di Torino. 

Nel 2021 pubblica il libro “Fiamme di Carta” che viaggia in parallelo ai suoi spettacoli e permette al pubblico di seguire le avventure della Poetessa di Fuoco anche su carta. 

Attualmente porta avanti diversi progetti di arte di strada, non solo come La Poetessa di Fuoco, ma anche attraverso il duo Koinè, un progetto che unisce musica dal vivo, teatro di prosa, teatro danza, giocoleria ed una struttura scenica assolutamente originale e unica nel suo genere che restituisce al pubblico la possibilità di scegliere in prima persona quale sarà il contenuto dello spettacolo.

Un secondo progetto di teatro danza con le fiamme, narrazione epica e musica dal vivo, dal titolo “Vientos” realizzato in collaborazione con Sagitta FireFolk, artista di strada fuochista e musicista. 

Inoltre si occupa di organizzazione di eventi di arte di strada e di teatro di strada sul territorio piemontese da ormai diversi anni.

Per saperne di più visita: www.lapoetessadifuoco.com

© Atelier Teatro Fisico All rights reserved | Sviluppato in collaborazione con Ligas Renato .
Privacy Policy

Log in or Sign Up

Cresta Social Messenger
WhatsApp - Chat
Send