Seguici su Icona Facebook Icona Instagram Icona YouTube

Programma Workshop

Home » Formazione Teatrale » Workshop » Programma Workshop

I prossimi Workshop in programma

Teatrarte

Condotto da Francesco Cenci
Dal 13 al 14 Aprile 2024, dalle ore 10 alle ore 18

Teatrarte nasce dalla ricerca interdisciplinare tra ciò che sono le Arti Visive (Pittura, Scultura,Decorazione, Architettura), la Body Art (Performance Artistiche Museali, Happening) e di come esse possano incontrare il Teatro, dando così vita a nuovi e originali linguaggi.

Programma

· IL COLORE
Studio dei colori e del loro movimento.
· IL CERCHIO
Studio del cerchio nella Storia Dell’Arte.
Punto, linea, superficie.
· I GIGANTI
Studio dei grandi artisti e delle loro correnti.
· CREAZIONE
Creazione di uno spettacolo/restituzione.

Phisical Comedy Workshop

Condotto da KETCH
Dal 29 Aprile al 3 Maggio 2024, dalle ore 10 alle ore 17

Si tratta di un laboratorio in cui piccoli gruppi possono concentrarsi sugli elementi necessari per realizzare spettacoli comici senza l’uso di parole, come la pantomima, la clownerie, l’improvvisazione e i giochi di prestigio.

Ketch è un comico e artista di strada nato a Shizoka, in Giappone che propone uno spettacolo multidisciplinare guidato dall’improvvisazione teatrale, dove si mescolano diverse discipline come pantomima, magia, giocoleria e musica, senza l’utilizzo delle parole.

Nel 1999 ha formato il duo comico Gamarjobat, insieme all’amico Hiro-Pon, riscuotendo grande successo in Europa grazie alla partecipazione a festival internazionali, e vincendo anche numerosi premi.

Sono apparsi in diversi programmi televisivi inglesi, fra cui “Blue Peter”, il talent show per bambini “The Slammer”, e lo show ITV del venerdì sera “Comedy Rocks with Jason Manford”.

Nel 2019, Ketch ha lasciato Gamarjobat e ha iniziato a lavorare come artista solista, insegnando laboratori di commedia fisica e lavorando come regista di commedia fisica ed insegnante

Nel 2020 ha firmato la regia di una commedia fisica per la compagnia Puppetry Clown ‘Bunk Puppets’ a Melbourne e tenuto, fra l’altro, laboratori di commedia fisica e partecipato a programmi TV a Nagasaki, città per la quale è stato nominato ambasciatore della città di Unzen.

Nel 2021-2023, oltre ai laboratori di commedia fisica e di mimo a Osaka , Fukuoka, Hokkaido ecc. ha tenuto laboratori in 26 scuole, ha collaborato a dirigere un nuovo spettacolo circense giapponese “Senko hanabi” e il suo spin-off ed ha creato e interpretato un nuovo spettacolo comico teatrale non verbale “Ketch Sketch”. Ha contribuito a dirigere il teatro FideriFidera per creare il loro nuovo spettacolo per famiglie a Brighton, Regno Unito ed ha partecipato allo storico festival Artisti in Piazza di Pennabilli (italia) e ai Festival internazionale delle arti di strada di Fremantle e della commedia di Melbourne.

Per un programma televisivo di documentari giapponesi è stato filmato “Ketch Sketch” e il tour Inghilterra + Italia.

Ha creato uno spettacolo per bambini “I am the Big Bad Wolf” e lo spettacolo circense “Imparked Circus”.

Altri Workshop

Se siete interessati ad uno o più di questi workshop, comunicatecelo usando il bottone qui sotto e vi terremo informati sulle date di schedulazione

Superdrama

con Jon Kellam

Prossimamente – Se siete interessati a questo workshop, comunicatecelo con il bottone qui sotto

Un teatro di enorme intimità. Nella pratica è un linguaggio teatrale, una sintesi pedagogica per l’allenamento, l’ideazione di personaggi e la creazione di performance, adattato e sviluppato da Jon Kellam e basato sulla tecnica performativa della Actors’ Gang (Los Angeles). Deriva dallo stereotipo dei personaggi e delle maschere della Commedia dell’Arte, dalle situazioni esagerate e dai “mondi strani” dell’Espressionismo tedesco, dagli esercizi di Stanislavski, dal principio di JO-HA-KYU (teatro NŌ), dallo spettacolo dell’Opera cinese. L’elemento essenziale del SUPERDRAMA è lo stato emotivo. Impegnandosi in specifici esercizi sulle sensazioni fisiche e attraverso l’applicazione delle tecniche, gli attori impareranno ad accedere e a coinvolgere gli stati emotivi primordiali; paura, rabbia, gioia e disperazione. Il corso si concentrerà sull’insegnamento all’attore su come ”salire sul palcoscenico”, come entrare in scena con un’intenzione dinamica, come affrontare direttamente il pubblico e come improvvisare ed elaborare i lazzi, le scene e la storia che determinano il “mondo” dello spettacolo.

Danza Butō

condotto da Yokko

Prossimamente – Se siete interessati a questo workshop, comunicatecelo con il bottone qui sotto

Butoh è la danza della vita. I nostri corpi sono esseri organici, e noi siamo parte dell’universo. Questo workshop, usando una serie di esercizi della danza Butoh (una forma di danza contemporanea che arriva dal Giappone) insieme alla voce, e ad esercizi di movimento teatrale, consiste di movimenti organici liberi che provengono dalla vostra anima. Attraverso l’allenamento Butoh lavoreremo sulle tensioni inutili, sull’autocoscienza, su abitudini e certi concetti del mondo che condizionano la nostra mente, esploreremo non solo il nostro io interiore ma anche la nostra connessione con il mondo in cui viviamo.

Il corpo è un contenitore. Svuotare noi stessi è la chiave per cominciare a ricevere.
Quando siamo in uno stato di apertura possiamo permettere a noi stessi di danzare e muoversi come spirito con altri esseri viventi,oggetti, spazi e caratteri. Il mio laboratorio “Butoh e movimento per il teatro fisico e gli attori” ha lo scopo di promuovere non solo la pratica stessa del Butoh ma anche un senso di come possiamo applicare questa pratica al teatro fisico.
Butoh porta la vibrazione della vita. E la sua pratica sfida i nostri limiti fisici, mentali, emozionali e spirituali. Migliorerà la concentrazione, la capacità di rilassamento, la presenza sul palco, il respiro, la capacità emozionale, la resistenza fisica, la flessibilità, l’immaginazione, l’impegno profondo, e in questo modo sviluppa il vostro proprio “corpo vivente”: potrete avere più esperienze di vita di quelle che fate nella vostra vita di tutti i giorni.
Butoh attiva e accresce la vostra energia vitale

Il workshop incorpora Butoh giapponese, Yoga e basi di ginnastica, movimenti di Trisha Arnold, Linklater voice e recitazione.

La Luce in Scena

Workshop di illuminotecnica
condotto da Rosa Vinci

Prossimamente – Se siete interessati a questo workshop, comunicatecelo con il bottone qui sotto

Sarà un viaggio attraverso la scoperta e la conoscenza del mondo dell’illuminotecnica, il cui obiettivo sarà la preparazione degli studenti alla progettazione e alla gestione della luce per lo spettacolo fornendo gli strumenti per uno sviluppo progettuale ed esecutivo degli elementi di illumino-tecnica.
Il percorso didattico è a carattere tematico per promuovere la capacità di conoscere e comprendere i vari linguaggi tecnici, espressivi e comunicativi della luce.
La materia verrà trattata in modo trasversale, dalla teoria di base alla pratica, di modo da comprendere gli usi migliori dell’illuminazione scenica.
“Scrivere, è annerire una pagina bianca; fare teatro, è illuminare una scatola nera”.
( Joel Jouanneau)

Contenuti e linee generali

  • Elettricità e nomenclatura di base
  • Le componenti tecniche (Dimmer, mixer, ecc.)
  • Le tipologie di fari
  • Color theory
  • Psicologia della luce e del colore
  • Documentazione (lighting plot, scheda tecnica, magic & cue sheet)
  • Ideazione e creazione di un piano luci
  • Autocorso (messa in pratica)
  • Correzione dei lavori e feedback

Rosa Vinci
Diplomatasi alla Performing Arts University di Torino come attrice, ha avuto modo di approfondire le proprie competenze artistiche interessandosi allo studio dell’illuminotecnica, avvalendosi del contributo di insegnanti esperti nel settore (Pierpaolo Nuzzo-Illuminotecnica 2015 e 2016, Dawn Wittke- Lighting Designer 2016, Kaneko Studio-“La luce appiccicosa”2022). Dedica la sua attività allo studio della luce in scena, prestando particolare attenzione agli effetti della luce e del colore sulla psicologia scenica.
Nel corso di questi anni ha stretto collaborazioni con diverse compagnie come tecnico luci e light designer, quali Nuovelle Plague, ATF Players Company, Donkey Flies Teatro, Alfred the Magician, Roberta Paolini, Thuline Andreoni, Jon Kellam, Tom Corradini Teatro, Onda Teatro, The ClownAngels e tanti altri.
Responsabile tecnico del Torino Fringe Festival 2019, direttrice tecnica e tecnico ufficiale in FISI-CO- Alba International Theatre Festival dal 2020 ad oggi, tecnico ufficiale della rassegna teatrale dell’Atelier Teatro Fisico Torino Potpourrì dal 2016 ad oggi ed insegnante di illuminotecnica di base dal 2018 presso l’Atelier Teatro Fisico di Torino.

Maschere di Cuoio

Corso di costruzione di maschere in cuoio
condotto da Andrea Cavarra – 4 giorni per 6 ore al giorno

Prossimamente – Se siete interessati a questo workshop, comunicatecelo con il bottone qui sotto

Durante il laboratorio, partendo da una matrice già esistente del catalogo di Zorba Officine Creative, ogni partecipante realizzerà, sotto la guida dell’insegnante, una delle tipiche maschere di Commedia dell’Arte.
Il corso ha tra gli obiettivi quello di permettere all’attore che desidera realizzare il teatro in maschera di realizzare il suo strumento personale, vale a dire una vera maschera in cuoio. Ma anche una figura professionale come quella dello scenografo, può attraverso il corso, iniziare un percorso di ricerca sulla maschera teatrale come prodotto, ed appropriandosi di questa tecnica può arrivare a realizzare le maschere che desidera produrre. Il corso è propedeutico a quello di “realizzazione della matrice in legno”.

Contenuti del laboratorio

  • Storia della maschera a teatro
  • Storia della Commedia dell’arte
  • Analisi della morfologia del viso e studio del personaggio
  • Tecniche e strumenti di realizzazione della maschera
  • Lavorazione del cuoio
  • Rifinitura maschera
  • Decorazione maschera

Andrea Cavarra
Attore, mascheraio, scenografo, regista, insegnante e organizzatore di eventi specializzato in teatro in maschera e teatro popolare.
Attualmente è direttore artistico di ZorbaOfficineCreative e dell’Atelier del Teatro e delle Arti di Milano ed executive producer di Bämsemble Company.

All’Improvviso, La Commedia

Workshop di Commedia dell’Arte
condotto da Alessia Donadio
Primi 3 giorni dalle 18.00 alle 23.00
sabato dalle 10.00 alle 18.00
domenica dalle 10.00 alle 19/19.30

Prossimamente – Se siete interessati a questo workshop, comunicatecelo con il bottone qui sotto

La Commedia dell’Arte: straordinaria sintesi dell’arte popolare che sa usare la poesia colta. Fare ridere e sorridere il pubblico, con un duello, un’acrobazia, una danza e raccontare storie d’amore, di potere, d’intrigo e di conquista è un dovere: perché così si fa del teatro una giocosa festa civile.
Eugenio Allegri

La scelta di proporre questo laboratorio nasce dall’esigenza di non disperdere e tramandare il grande patrimonio artistico lasciatoci dal Maestro Eugenio Allegri, attore straordinario nonché uno dei massimi eredi, interpreti, maestri della Commedia dell’Arte.

Il Laboratorio, attraverso un accurato lavoro sui meccanismi scenici e l’improvvisazione, avvicinerà i partecipanti alle tecniche teatrali della Commedia dell’arte, fondamentale complemento sia alla formazione dell’attore professionista sia a quella di chi si avvicina al teatro in un percorso di crescita personale.

L’uso della maschera si perde nella notte dei tempi e nasce col teatro stesso.
La maschera apre l’attore a un uso completo delle proprie potenzialità espressive: corpo, voce e movimento acquisiscono forza e intensità.
Sotto la maschera l’attore “muore” in scena per divenire maschera egli stesso, abbatte le divisioni tra sé e il personaggio che vive in lui e supera i confini della propria identità per “essere” finalmente altro.

Il seminario è rivolto a chi vuole conoscere e approfondire le tecniche della Commedia dell’Arte e il programma di massima prevede:

IL LABORATORIO

  • Breve introduzione storico-teorica sulla Commedia dell’Arte
  • Tecnica del movimento: attitudini e movimenti delle maschere:Zanni Arlecchino, Brighella, Pantalone, Dottore, Capitano, Strega
  • Accenno ai personaggi senza maschera (serva, amorosi, primi attori)
  • Improvvisazione
  • Contrasti di maschera e canovacci brevi.

Alessia Donadio
Nel 2000 di diploma presso la scuola Teatranza Artedrama di Moncalieri. Il suo percorso formativo prosegue negli anni attraverso la partecipazione a numerosi seminari tenuti ad attori e registi di fama nazionale ed internazionale quali : Emma Dante, Valerio Binasco, Danio Mafredini, Massimiliano Civica, Laura Curino, Domenico Castaldo, Gabriele Vacis ed Eugenio Allegri.
Quest’ultimo diventa il suo Maestro e punto di riferimento rispetto allo studio della Commedia dell’Arte e all’insegnamento della stessa.
Nell’arco di vent’anni lavora al suo fianco in diverse produzioni in qualità di attrice (“L’assedio di Torino”, “La Pazzia di Isabella”, “La suite del grande Arlecchino” “Gianduja”, “C’era una volta un Re”, “La Commedia dell’uomo e dei suoi cinque sentimenti” le lezioni spettacolo “A proposito della Commedia dell’Arte”), aiuto regia (“Shylock” di Garet Armstrong), come assistente nei laboratori e come Regista assistente in grandi produzioni fra cui spiccano “Mistero Buffo” di Dario Fo interpretato da Matthias Martelli prodotto dal Teatro Stabile di Torino e “Il Teatro Comico” di Carlo Goldoni con Giulio Scarpati, prodotto dal Teatro Stabile del Veneto e dal PPTV.
Parallelamente porta avanti il suo percorso attoriale iniziato con “Baccanti” di Euripide con la regia di Valter Malosti esibendosi poi su palchi di tutta Italia, in numerose produzioni e con diverse compagnie fra le quali appunto il Teatro di Dioniso, Teatro Baretti e il Teatro Stabile di Torino, il Teatro della Tosse e The Kitchen company di Genova, la compagnia Salamander di Savona, la Compagnia La Bilancia di Roma, Onda Teatro, Produzioni Teatrali Veneziane, Action Theatre, La Bottega Teatrale.
Al momento è in scena in diversi teatri italiani con il monologo “Il Discorso di Chicchi” testo e regia di Monica Luccisano.