Seguici su Icona Facebook Icona Instagram Icona YouTube
Rassegna Potpourri

Potpourri

Home » Gli Spettacoli » Potpourri

Rassegna Potpourri

Potpourri è la rassegna di teatro comico organizzata e promossa dall’Atelier Teatro Fisico, diventata ormai un appuntamento fisso per la città di Torino. Potpourri prevede una programmazione da gennaio fino a maggio 2024 caratterizzata da una matrice comica completamente differente e alternativa al linguaggio e agli stili espressivi utilizzati dagli spettacoli televisivi, rispecchiando i valori e lo spirito del “teatro underground”.

Gli artisti che si esibiranno sono artisti/compagnie emergenti che svolgono questo mestiere in maniera professionale e artisti/compagnie già affermate che possono proporre uno spettacolo in via di creazione.

Tradizione di Potpourri è proporre anche uno special guest, selezionato tra artisti riconosciuti di fama internazionale, e quest’anno abbiamo l’onore di ospitare KETCH il 27 e 28 aprile con lo spettacolo “KETCH’S COMEDY SHOW”, e il workshop con KETCH, dal 29 al 3 maggio.

CALENDARIO DEGLI EVENTI

13-14 gennaio ELIA TAPOGNANI – MODÙ! [ANTEPRIMA]

MODÙ! è una performance di clown. Un linguaggio antico che ci obbliga al presente,all’accadimento.
Un lustrascarpe in scena si prepara alla giornata lavorativa e cercaclienti. Il fallimento, il caos e la precisone del gesto portano a una perenne contestazionedella realtà. Lo spazio scenico è un surrogato di circo in cui lo spettatore è portato aridere della propria sana stupidità. Spettacolo adatto a tutti i tipi di scarpe.

27-28 gennaio RACHELE RICCIO – BOOM

Una piccola e giovane anima che, improvvisamente, “cade” sulla Terra e si trova a dover scoprire e affrontare le proprie emozioni, il proprio corpo: a conoscere SE STESSA. “BOOM” è un solo di teatro-fisico che unisce poesia, semplicità e un pizzico di circo.

10-11 febbraio FEDERICO FAURO – IRRIMEDIABILMENTE

Nato in onore dei cento anni della Coscienza di Zeno, lo spettacolo porta al pubblico la vita, le opere e la poetica di Italo Svevo tramite un’interpretazione fisica, sostenuta dal gesto, che si serve di scenografia minimale, senza costumi, se non due maschere della Commedia dell’Arte nel ruolo del Dottor S. e di Zeno da vecchio. L’interprete, in uno stile teatrale influenzato da Dario Fo e dall’espressionismo, esplora come la figura dell’Inetto è cambiata nei lavori di Svevo, tracciando parallelismi anche comici tra la vita di Italo Svevo e le opere da lui prodotte.


24-25 febbraio LO’CO Théâtre – GLI ULTIMI GIORNI DI AGATHA VON BRAUN

Una casa avvolta dalla polvere porta i segni di una gloria antica. Una contessa senza età canta a una pianta appassita, mentre il suo maggiordomo muto spazza le foglie che cadono imperterrite dal soffitto. Due figure senza tempo in un luogo sospeso, dove l’eternità è un susseguirsi indistinguibile di giorni e di tazzine da tè.
Questo delicato equilibrio va in pezzi quando la contessa Agatha Van Braun scopre che il suo calendario termina l’11 novembre. Così Agatha si ritrova ad affrontare l’inconcepibile: per lei non ci saranno più un 12 novembre, una primavera, un Natale, tantomeno un compleanno. Disperazione, follia, risate, ricordi, pianificazioni assurde : ogni trovata è buona pur di cambiare la sorte. Surreale e autentico al tempo stesso, Gli Ultimi Giorni di Agatha Von Braun è la parabola tragicomica di una donna di fronte alla finitezza dei propri giorni.


23-24 marzo GIULIA PONT – TI LASCIO PERCHÉ MI FAI SALIRE IL CORTISOLO

Spettacolo consigliato per un pubblico dai 16 anni

Monologo comico-terapeutico per guarire le pene d’amore di e con Giulia Pont regia Carla Carucci. Se i divorzi sono in aumento, credere nella coppia non è un progetto fallimentare? Come si fa a pensare di aver trovato l’anima gemella sotto casa, se siamo 7 miliardi? Il cortisolo è noto per essere l’ormone dello stress, e avere livelli alti di cortisolo può essere un’ottima ragione per lasciare un partner che non ci rende felici! Questo spettacolo racconta come la fine di un amore possa diventare un nuovo inizio. Un viaggio nel quale scoprire se stessi, emanciparsi dai canoni sociali che ci stanno stretti ed esplorare l’universo del piacere femminile. Un monologo comico sull’inizio di un nuovo amore, il più difficile, quello per se stessi.

27-28 aprile KETCH – KETCH’S COMEDY SHOW

Uno show non verbale che trascende linguaggi, culture, confini ed età, combinando abilmente tecniche di mimo, clownerie, giocoleria, magia, un ukulele e l’improvvisazione della quale il pubblico è protagonista

Un laboratorio di cinque giorni nel quale, in piccoli gruppi, i partecipanti possono concentrarsi sugli elementi necessari per realizzare spettacoli comici senza l’uso di parole, come la pantomima, la clownerie, l’improvvisazione e i giochi di prestigio.